Miti e realtà sulle caldaie a condensazione

Ritratto di admin

Temperatura condensazione vapore

Sono efficienti solo se usate a basse temperature

Questa asserzione, messa in maniera così assoluta è falsa. La ragione è che, come spiegato in maniera approfondita in questo articolo, benché sia vero che più bassa è la temperatura di utilizzo, più la caldaia riesce a condensare il vapore e quindi a recuperare da esso calore, anche con un utilizzo a temperatura attorno ai 70/75 gradi è possibile ottenere dei risparmi interessanti.

Per farsi un'idea della cosa basta sapere che una caldaia a condensazione di ultima generazione, funzionante con una temperatura di impianto sui 75 gradi, ha un rendimento di circa il 98%, dove invece una caldaia tradizionale, seppure degli ultimi modelli, arriva a circa il 92%. benché il guadagno in efficienza così ottenuto sia contenuto, è pur sempre un fattore che va ad incidere con tutto il suo peso sull'ammontare finale della bolletta energetica.

Si tenga inoltre presente che è sufficiente abbassare la temperatura di una quindicina di gradi, per ottenere con una caldaia a condensazione un rendimento che arriva al 100%, facendo però attenzione che parlando di caldaie un rendimento del 100% non significa zero spreco. Per capire chiaramente come vengono usati gli indici di rendimento nelle caldaie si faccia riferimento all'articolo sul rendimento energetico.
 

Radiatore per impianto di riscaldamento

Sono efficienti solo con radiatori non convenzionali

Anche questa affermazione è almeno parzialmente falsa. E' certamente vero che i radiatori di dimensioni ampie, scambiando più facilmente il calore con l'ambiente, possono funzionare a temperature di acqua dell'impianto inferiori rispetto a quelli tradizionali, di dimensioni minori, e quindi sfruttare meglio la caldaia.

Di fatto, però, la maggior parte dei radiatori installati nelle case è già stata sovradimensionata in sede di progettazione, rispetto a quanto poteva servire per riscaldare appropriatamente l'ambiente, soprattutto per avere un margine di gioco. Per questo motivo nelle maggior parte delle abitazioni l'uso di una caldaia a condensazione con radiatori tradizionali già esistenti comporta in ogni caso un guadagno di rendimento energetico.

Un guadagno ulteriore comunque, che arriva intorno al 4-5% in più, lo si può ottenere con radiatori sovradimensionati, che però non sono come si è visto necessari per lo sfruttamento della caldaia a condensazione.

Si tenga infine presente, come è meglio spiegato più sotto, che in una abitazione con un isolamento termico di alto livello, è possibile ottenere degli interessanti miglioramenti di rendimento anche con radiatori di piccole dimensioni, più piccoli anche di quelli già presenti negli impianti convenzionali della maggior parte delle abitazioni a cui si accennava sopra. Questo peché con un buon isolamento termico, anche un impianto funzionante a basse temperature riesce man mano ad accumulare calore nell'ambiente, dato che questo non è disperso all'esterno, o comunque la dispersione avviene molto più lentamente che in un immobile male isolato.

Per approfondire la questione dal punto di vista teorico, si faccia riferimento all'articolo: "Radiatori e pannelli radianti per le caldaie a condensazione: introduzione". Per una presentazione pratica e una panoramica sulle soluzioni di radiatori disponibili per le caldaie a condensazione, si faccia invece riferimento all'articolo: "Radiatori e pannelli radianti per le caldaie a condensazione: soluzioni disponibili".

Dispersione calore in abitazione singola

Sono più efficienti in abitazioni termicamente isolate

Questo è in linea di massima vero. Una abitazione opportunamente isolata comportando una minore dispersione del calore, permette anche di fare funzionare l'impianto di riscaldamento a temperature inferiori, cosa che a sua volta consente un migliore sfruttamento della caldaia, come anche spiegato nell'articolo sul rendimento e risparmio annuale.

Detto diversamente, in una casa, soprattutto se situata in climi particolarmente rigidi, male isolata, piena di spifferi e di pareti che lasciano passare facilmente il calore, una caldaia a condensazione riesce a fare poco o nulla per aumentare il rendimento energetico. Questo perché per poter scaldare un ambiente così freddo, deve lavorare ad alte temperature (80-90 gradi), cosa che ne riduce drasticamente il rendimento. In casi del genere è più conveniente procedere innanzitutto con un intervento di isolamento termico dell'abitazione, al quale in seguito fare seguire l'installazione di una caldaia a condensazione.

Bisogna comunque dire che oramai sono moltissime le case in Italia che hanno un livello di isolamento sufficientemente alto per poter sfruttare adeguatamente una caldaia a condensazione. Questo sia perchè ormai da molti anni tutte le nuove abitazioni costruite prevedono già livelli di isolamento tali da ridurre i consumi energetici, sia perché su molte delle vecchie abitazioni sono stati nel tempo effettuati interventi di isolamento termico di varia natura, spesso sotto la spinta degli incentivi fiscali dedicati a questo tipo di intervento.
 

Installazione di una caldaia a condensazione

Sono difficili da installare

Questo è falso. L'installazione di una caldaia a condensazione è solo un po' più complessa di una tradizionale per la necessità di un canale di scolo dell'acqua di condensa e di un condotto per i fumi resistente agli acidi di condensa. Anche se questi possono sembrare dei requisiti impegnativi, di fatto nella quasi totalità dei casi, la cosa si risolve nel fare arrivare un tubo nello stesso scarico utilizzato dal lavandino della cucina e nell'inserire dei tubi di PVC o di altri materiali plastici, nel condotto della canna fumaria. Interventi questi che qualsiasi installatore competente non ha alcun problema ad effettuare.

Al riguardo si tenga inoltre presente che non poche offerte di caldaie a condensazione, che si trovano in internet o presso altri canali, comprendono non di rado già nel prezzo dell'offerta l'installazione della caldaia stessa. O diversamente offrono la possibilità di acquistarla per un costo addizionale comunque contenuto e generalmente inferiore a quello che si pagherebbe ad un installatore per la sola installazione della caldaia.

 

Manutenzione di una caldaia a condensazione

Sono meno affidabili e più difficili da mantenere

Questa affermazione è oggigiorno falsa. Con i primi modelli di caldaie a condensazione si presentavano in effetti problemi di questo tipo. Il motivo risiedeva però non tanto nella tecnica della condensazione in se e per sé, ma soprattutto nel fatto le caldaie a condensazione erano relativamente nuove rispetto a quelle tradizionali, e quindi meno perfezionate.

Con il tempo i costruttori hanno migliorato sempre di più i propri prodotti, adottando nuove soluzioni sempre più sofisticate ed efficaci. Per questo oggigiorno l'affidabilità di una caldaia a condensazione non è minore di quella di una tradizionale. Lo stesso vale, se l'installazione è stata correttamente eseguita, per la manutenzione che richiede, anche per legge, un controllo annuale proprio come per le caldaie tradizionali.

 

I costi

Sono molto costose

Anche questa affermazione non è corretta. Quando diversi anni fa le caldaie a condensazione erano appena apparse sul mercato, il loro costo era in effetti sensibilmente superiore a quello delle caldaie tradizionali, e dovuto in particolare ai materiali utilizzati nella loro costruzione, che devono essere resistenti ai vapori acidi di condensazione.

Oggigiorno, grazie a soluzioni tecniche innovative man mano trovate e impiegate dai produttori, e grazie alle economie di scala prodotte dalla sempre maggiore diffusione della caldaie a condensazione, il gap di costo tra i due tipi di caldaie si è assottigliato sempre di più. Ormai una buona caldaia a condensazione ha un prezzo molto vicino ad una corrispondente caldaia tradizionale, e inoltre grazie ai risparmi che procura, è in grado di ammortizzarne la differenza in circa tre anni, così come spiegato in questo articolo. Dal quarto anno in poi si avrà quindi solo un risparmio,e un corrispondente guadagno, rispetto ad una caldaia convenzionale.

© Caldaia a Condensazione IT - Tutti i diritti riservati.