Le migliori caldaie a condensazione

Ritratto di admin
Le migliori caldaie a condensazione

In questo articolo andremo a vedere quali sono le cinque migliori caldaie a condensazione disponibili sul mercato. Ma prima di questo è bene precisare che la domanda "Quale è la miglior caldaia a condensazione?", presa letteralmente è in parte posta male. Anche per le caldaie a condensazione, infatti, come per molte altre cose, non esiste una soluzione in assoluto migliore, ma esistono soluzioni più adeguate a certe esigenze piuttosto che ad altre. Certamente però, all'interno di medesime esigenze e, attenzione, all'interno della stessa fascia di prezzo, esistono caldaie che sono effettivamente migliori di altre, nel senso che sono più indicate e che offrono un rapporto costo/qualità superiore.

Tenendo presente quanto detto, prima di procedere può essere utile, per chi non lo avesse già fatto, andare a leggere l'articolo su come scegliere la caldaia a condensazione, che illustra quali sono le caratteristiche più importanti da tenere in conto nell'acquisto di una caldaia e come incidono sul prezzo finale della stessa. Aggiungiamo che le cinque caldaie in questione non esauriscono le caldaie di ottimo rapporto costo/qualità che è possibile acquistare e che la nostra valutazione non può considerarsi assoluta ma, benchè basata su considerazioni tecniche ed economiche, in parte anche frutto di opinioni e valutazioni personali. Anche per questa ragione prenderemo in futuro in esame altre caldaie a condensazione il cui acquisto è certamente consigliabile.

I modelli di caldaia che presenteremo di seguito, sono stati scelti tenendo conto di quelle che possono essere le esigenze di una famiglia media italiana, e si collocano in una fascia di prezzo media. E' chiaro quindi che un confronto diretto con caldaie della fascia più bassa o più alta, non sia giusto ne proponibile, dato che quest'ultime offrono caratteristiche diverse (inferiori o superiori) a costi però chiaramente diversi (più bassi o più alti).

 

LE FASCIE DI PREZZO
 

Si tenga presente che quando si parla di fascia media, alta o bassa, ci si riferisce essenzialmente alle differenze di prezzo delle caldaie. Non si intende quindi affermare che i relativi modelli di caldaie siano necessariamente qualitativamente più scadenti e di peggiore fattura, oppure migliori e di qualità più elevata. Questo può certo succedere per certi componenti della caldaia, ma non è la regola e tantomeno l'unico senso della differenziazione di fascia.

Facendo infatti una differenziazione un po' semplicistica, per mancanza di spazio, possiamo dire che le differenze effettive tra le varie fasce possono essere di due tipologie. Le prime riguardano soprattutto la componentistica idraulica e meccanica, le seconde pertengono maggiormente alla componentistica elettronica. Tale differenziazione è un po' rigida, perché non di rado le differenze nella meccanica sono direttamente connesse con quelle dei componenti elettronici che regolano la meccanica stessa, ma la manterremo per semplificare il discorso.

Nella prima tipologia rientrano parametri quali il materiale dello scambiatore di calore, oppure la capienza del vaso di espansione, elementi che assieme ad altri contribuiscono a una minore o maggiore lunghezza di vita della caldaia, così come la grandezza dello scambiatore e l'ampiezza del range di modulazione, elementi che invece contribuiscono soprattutto al rendimento della caldaia stessa. Come meglio illustrato nel già citato articolo sulla scelta della caldaia a condensazione, sono tali elementi quelli più importanti a cui fare attenzione nell'acquisto della caldaia.

Nella seconda rientrano diverse funzioni, più o meno avanzate, come programmazioni, automatismi, controlli a distanza e così via, che possono essere interessanti quando contribuiscono a un maggior rendimento energetico, ma lo diventano meno quando costituiscono solo le ultime trovate tecnologiche, utili più al marketing del prodotto che alle reali necessità dell'utente.

Nelle caldaie di fascia medio-alta e alta, il maggiore costo è giustificato non solo dalle differenze del primo tipo, ma anche da quelle del secondo. In esse si trovano infatti alcune caratteristiche sicuramente utili, mentre altre sono per lo più superflue o di minima utilità.
Di contro, in determinati modelli di caldaia di fascia di prezzo media e medio-bassa, può essere presente una buona componentistica meccanica e idraulica, pur senza le raffinatezze dell’elettronica più evoluta. Questa è anche la ragione per cui caldaie di questo tipo possono fare egregiamente il proprio lavoro, e garantire una lunga durata di vita, anche se non sono forniti delle ultime innovazioni.

Detto diversamente, l'elettronica è sicuramente utile quando contribuisce a realizzare funzionalità che davvero migliorano l'utilizzo della caldaia, come ad esempio succede nel controllo automatico del range di modulazione, che assieme alle caratteristiche meccaniche del bruciatore e del sistema di dosaggio, garantisce rendimenti energetici superiori. In altri casi la sua vera utilità diventa discutibile.

 

VAILLANT ECOBLOCK PLUS VMW
 

Il modello, disponibile nelle versioni a 24, 30 e 34 kW, è dotato del sistema ELGA, che regola automaticamente la modulazione, facendo lavorare la caldaia sempre alla minima potenza necessaria per ottenere il migliore rendimento possibile, senza alcun bisogno di una assistenza manuale.

Grazie ad una elettronica dedicata e all'uso di una pompa ad alta efficienza i consumi di energia elettrica della caldaia, sia in funzionamento che in stand-by sono particolarmente bassi e in linea che le ultime normative europee.

La caldaia ha ottime performance anche nella produzione di acqua calda sanitaria, con tre stelle (su quattro), ed è dotata di un chiaro display retroilluminato di facile uso.

Potenze disponibili, dimensioni compatte, gradevole design e bassa rumorosità ne fanno un modello adatto alla maggior parte delle abitazioni e delle esigenze di una media famiglia.

 

BAXI LUNA DUOTEC PLUS
 

La caldaia, disponibile nelle versioni a 24, 28 e 33 Kw di potenza, presenta un rapporto di modulazione 1:7, che ne permette un uso sempre alla minima potenza necessaria, aumentando quindi i rendimenti.

Il "cuore elettronico" del modello è il sistema GAC (gas adaptive control), sviluppato da Baxi, che grazie ad una nuova valvola a gas elettronica, regola automaticamente la combustione per ottenere sempre la massima efficienza e mantenere al minimo le emissioni, riducendo quindi l'inquinamento.

Anche la pompa di circolazione è progettata per la massima funzionalità, che può operare a velocità controllata manualmente o in automatico, modalità quest'ultima che contribuisce a diminuire i consumi elettrici così come l'usura della pompa stessa, aumentandone quindi la vita media.

La componentistica è di ottimo livello, realizzata in acciaio e il display è semplice, quasi minimale, ma di chiaro e facile uso.

 

VIESSMANN VITODENS 100 WB1C
 

Viessmann è una casa tedesca, forse meno nota al grande pubblico rispetto ad altre marche, ma che produce caldaie di eccellente qualità e durata la cui progettazione predilige la compattezza e il minimo ingombro.

La caldaia in questione, disponibile nelle versioni 24 kW e 35 kW, è caratterizzata da un campo di modulazione 1:7, che pur non essendo certo tra i più alti disponibili, permette nondimeno di utilizzare la caldaia anche a un solo settimo della potenza massima, cosa che abbassa i consumi e di conseguenza aumenta i rendimenti.

Il Bruciatore è il Matrix cilindrico, di brevetto Viesmann, in acciaio, che permette un elevato controllo del flusso d'aria, caratteristica che contribuisce al range di modulazione della caldaia.

Il modello, la cui classe di efficienza energetica è la "A", ha anche ottime performance nella produzione di acqua calda sanitaria, grazie all'apposita funzione booster ed è dotato di un ampio e funzionale display che rende semplice e intuitivo l'uso della caldaia e la regolazione dei diversi parametri di funzionamento.

Particolarità del modello sono la facilità di manutenzione e pulizia, grazie ad una progettazione studiata appositamente tal fine che rende facilmente accessibili gli elementi della caldaia.

 

JUNKERS CERAPUR COMFORT
 

Junkers, che appartiene al gruppo BOSCH, è un marchio apprezzato dal pubblico italiano e che produce caldaie di ottimo livello e con un eccellente rapporto costo/qualità.

Disponibile nelle versioni a 28 e 35 kW di potenza presenta una classe energetica "A" sia per la produzione di riscaldamento che di acqua calda sanitaria. Si tratta di un modello molto semplice e di facile utilizzo e inoltre di costi particolarmente contenuti. E' infatti una caldaia particolarmente economica, con caratteristiche essenzialmente di base, ma che compie comunque perfettamente il suo lavoro.

Presenta uno scambiatore di calore primario in lega di allumino e silicio, particolarmente resistente agli sbalzi termici, e che quindi contribuisce ad allungare la vita della caldaia. Il rapporto di modulazione è di circa 1:3, quindi piuttosto inferiore a quello dei precedenti modelli, ma comunque in grado di aumentare il rendimento energetico della caldaia evitando l'utilizzo alla massima potenza quando non necessario.

Dotata di un termoregolatore d’ambiente modulante digitale, con display soft touch, dal design elegante e di semplice utilizzo, è un modello essenziale, ma che data l'economicità e il buon rapporto costo/qualità, può rappresentare una ottima scelta per moltissime famiglie.

 

IMMERGAS VICTRIX MAIOR TT
 

E' un modello di fascia medio-alta, disponibile con potenze da 28 kW e 35 kw, e di costo leggermente superiore ai precedenti. E' caratterizzato da un range di modulazione di 1:10, superiore rispetto alle caldaie già viste, e che contribuisce a garantire ottimi rendimenti, permettendo l'utilizzo della caldaia anche al solo 10% della potenza (per il modello da 35 kW e 12% per quello da 28 kW).

Per la produzione di acqua cada sanitaria è dotata della funzione boost che riduce i tempi di attesa e le permette di raggiunge ottime prestazioni, pari a tre stelle. L'interfaccia della caldaia è particolarmente evoluta, con manopole di regolazione, più facili da utilizzare rispetto ai classici tasti di comando per le opzioni.

La caldaia è fornita di un sistema antigelo, che la protegge sino a 5 gradi sottozero (e sino a 15gradi sottozero con un kit opzionale) e ne consente l'installazione anche all'esterno in luoghi parzialmente protetti.

Lo scambiatore di calore è costituito di una speciale lega all'Alluminio-Silicio-Magnesio particolarmente resistente ai forti sbalzi di temperatura e il vaso di espansione ha una capacità effettiva di ben sette litri (10 nominali), superiore a quello di molte caldaie di fascia media e tale da contribuire a preservare la caldaia da rotture nei circuiti idraulici interni a causa dell'aumento di volume dell'acqua che vi circola.

 

© Caldaia a Condensazione IT - Tutti i diritti riservati.