Caldaia a Condensazione, la potenza necessaria

Ritratto di admin
Il calcolo della potenza delle caldaie a condensazione

Dover installare una caldaia a condensazione può essere una necessità, soprattutto nel caso in cui sia fondamentale cambiare il proprio impianto di riscaldamento e dedicato all’acqua calda e si voglia passare ad un sistema più moderno ed efficiente.

Tuttavia, proprio nella scelta di una caldaia a condensazione assumeranno una grande importanza alcuni aspetti, come la scelta della potenza sia per la caldaia sia per il successivo utilizzo dell’intero impianto.
 

Calcolare il fabbisogno di calore per la propria abitazione
 

Innanzitutto, per comprendere quale potenza dover scegliere per la propria caldaia a condensazione sarà fondamentale effettuare un calcolo per il fabbisogno di calore per la casa o l’appartamento nel quale la caldaia dovrà essere successivamente installata. Il fabbisogno di calore può essere individuato con estrema precisione solo da un tecnico, ma esistono sistemi che anche le persone che non facciano un mestiere connesso all’ambito caldaie potranno mettere in pratica.

Si avrà, infatti, una stima generale, non certo precisa, ma comunque molto utile per iniziare ad orientare la propria scelta.

Il fabbisogno di calore viene misurato in kW per metro cubo ed esistono alcune proporzioni standard che si potranno, poi, adattare alla propria casa. Si può dire come, in generale, un valore di Fabbisogno di Calore generale si assesti intorno ai 0,05 kW/m3, tuttavia, questa proporzione potrà ulteriormente essere variata.

Nel caso in cui abbiate una casa che abbia un ottimo impianto, che sia stata ristrutturata e i cui infissi consentano di non sprecare assolutamente il calore prodotto dal riscaldamento il vostro Fabbisogno di Calore, al quale adattare la Caldaia a Condensazione, potrà essere ridotto a 0,03kW per metro cubo. Esempi classici sono le case indipendenti che abbiano già visto interventi di ristrutturazione e manutentivi come l’installazione di un tetto ventilato, di doppi vetri oppure di un impianto di riscaldamento a pavimento, che è quello che è risultato più efficiente, in quanto è capace di generare molto calore a partire dai trenta gradi.

Al contrario, una casa che abbia già qualche decennio e che abbia sì subito delle ristrutturazioni, ma che da anni non sia oggetto di rinnovamento, potrebbe avere un fabbisogno di calore pari a 0,08 kW per metro cubo.

Esempi sono sia gli appartamenti sia le case indipendenti con infissi moderni ma non di ultima generazione, impianti di riscaldamento che abbiano qualche decennio o una posizione molto esposta, che ridurrà l’efficacia del sistema di riscaldamento centralizzato. nfine, le case con maggiore dispersione e non ristrutturate saranno quelle che avranno un Fabbisogno di calore più elevato e di una conseguente Caldaia a Condensazione che sappia rispettare questa proporzione. Si potrà arrivare a 0,12 kW per metro cubo.

Questo parametro si applica anche nel caso in cui la Caldaia a condensazione venga installata in case di montagna e in posti molto freddi, oppure in case in legno che non abbiano ottenuto una manutenzione recente e che siano piene di punti di dispersione del calore.

Come Calcolare la Potenza Termica necessaria
 

Si è visto, fino qui, il calcolo relativo al fabbisogno di calore che, com’è già stato indicato, potrà comunque variare a fronte di un’analisi più approfondita da parte di un tecnico. Per completare la formula ed arrivare realmente a capire quale sia la Potenza Termica richiesta dalla vostra casa, che influenzerà anche il tipo di Caldaia a Condensazione che vi farete installare, dovrete aggiungere ulteriori parametri e dati.                           

Il primo è costituito dal volume della casa o dell’appartamento. Questo, in poche parole, starà ad indicare quanta aria dovrete arrivare a riscaldare ogni giorno. Per fare questo calcolo dovrete moltiplicare la superficie della vostra casa per l’altezza della stessa. Per essere sicuri, date un’occhiata ai documenti che avrete avuto in mano all’acquisto o all’affitto dell’appartamento. Infine, per effettuare il calcolo della potenza termica necessaria dovrete seguire una formula non complessa che comprenderà i dati che sono stati appena visti.

Fabbisogno energetico totale: Volume dell’appartamento x Fabbisogno di Calore Specifico

Ad esempio, per una casa di 80 metri quadrati, che abbia un’altezza di 2,5 metri troverete il valore del volume effettuando la prima moltiplicazione (il valore sarà di 200). Successivamente, nel caso in cui la vostra casa sia mediamente efficiente dal punto di vista energetico potrete moltiplicare 200 per 0,05. Il risultato della potenza termica necessaria, al quale riferirvi per la vostra Caldaia a Condensazione, sarà di 10. Potrete partire da questo valore per iniziare ad informarvi in merito al tipo di caldaia più adatto al vostro appartamento.

Nel momento in cui vi rivolgerete al tecnico questo saprà effettuare calcoli ancora più precisi e potrà anche aggiungere, o togliere, dei fattori che saranno in grado di aumentare o diminuire la Potenza Termica necessaria per una nuova installazione della vostra caldaia.

 

 

© Caldaia a Condensazione IT - Tutti i diritti riservati.